Menu

Il parquet non è solo un rivestimento per il pavimento, ma è un vero e proprio elemento di arredo che può diventare indispensabile e prezioso alleato nella definizione dello stile di un ambiente. Il legno, quindi, è un vero e proprio elemento di interior design che contribuisce in modo forte a determinare il carattere di una casa, di un ufficio o di un negozio, dando un’innegabile allure elegante agli spazi.

Le tipologie di pavimenti in legno disponibili, poi, sono talmente tante e talmente diverse che la versatilità di questo materiale come rivestimento è in grado di abbracciare qualsiasi scelta stilistica per adattarsi a qualsiasi contesto abitativo.

Le tendenze del design, attualmente, spaziano dai colori chiari e le decorazioni dello stile shabby alla tendenza essenziale e moderna dello stile nordico, dalla linearità dello stile minimal alla ricercatezza degli ambienti vintage o dello stile industriale.

Ognuno di questi stili, infatti, è caratterizzato da pavimentazioni che si inseriscono perfettamente all’interno dell’ambiente, contribuendo in modo sostanziale a conferire il mood che si intende ricreare.

Lo stile scandinavo, ad esempio, predilige i parquet chiari con finiture naturali, lineari, che richiamano quasi le foreste abbondantemente presenti nei paesi nordici. Questo stile di arredamento, poi, ama molto le geometrie e i pattern grafici, al punto da riproporli anche nei pavimenti. Ecco, quindi, che la posa del parquet può diventare un ulteriore elemento su cui lavorare, con l’utilizzo delle spine.

Le geometrie di posa diventano essenziali anche nello stile vintage, dove non mancano colori vivaci e suppellettili d’ispirazione retrò che ben si adattano a pavimenti dalle tonalità calde ed avvolgenti.

Gli amanti dello stile industriale saranno più orientati verso pavimenti in legno nelle varie tonalità del grigio e del tortora, fino ad arrivare ai parquet più scuri. In questo caso molta attenzione dovrà essere riservata all’illuminazione degli ambienti, solitamente caratterizzati da grandi superfici vetrate che richiamano i vecchi magazzini o le officine.

Lo stile shabby, invece, sarà il trionfo delle doghe lunghe e nodose, tipiche dei pavimenti di recupero, vissuti e carichi di storie da raccontare. Anche in questo caso i colori prediletti saranno quelli chiari e quelli naturali, in grado di dare luminosità e ariosità alle stanze. Perfetti, in questi casi, saranno anche i parquet piallati o lavorati con i vari trattamenti di incisione disponibili.

Per chi non ama i fronzoli e preferisce le linee pulite, infine, la scelta perfetta sarà arredare casa in stile minimal, puntando su arredamenti essenziali e poco colorati. In questi contesti saranno perfetti i parquet chiari, quasi bianchi, o quelli scuri, senza mezze misure, lisci e senza particolari trattamenti della superficie, che siano belli e funzionali che si adattino allo stile lineare dell’intero ambiente.

E voi, di che parquet siete?